Percorso: Modulistica e adempimenti / Memorandum 2022
Italiano
martedì, 16. agosto 2022

scarica il memorandum 2022

MEMO2022.pdf

Memorandum per gli allevatori di cavalli maremmani anno 2022

 

 

BDN – periodo di consolidamento

Con pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 21/12/2021, in data 10/01/2022 è entrato in vigore il Decreto 30 settembre 2021 “Gestione e funzionamento dell’anagrafe degli equini”. A seguito di ciò, anche le associazioni nazionali detentrici di L.G, quali l’ANAM, da gennaio 2022 operano in BDN, gestita dal Ministero della Salute tramite CSN istituito presso l’Istituo Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise, di Teramo (portale www.vetinfo.it) e non più in BDE, gestita dal MIPAAF.

L’avvio di questa nuova procedura ha comportato il passaggio e la verifica di una quantità enorme di dati e nuove procedure per tutti. Molti cavalli hanno incongruenze, per lo più relative al passaggio da una banca dati all’altra ed alle differenze tra loro esistenti.

Dalla data di pubblicazione del Decreto (21/12/21) gli operatori (qualsiasi persona fisica o giuridica responsabile, anche temporaneamente, di equini, e può coincidere, ovviamente, col proprietario) hanno 180 giorni di tempo per consolidare la propria situazione, cioè per verificare i propri dati in BDN ed eventualmente aggiornarli. Ciò significa che fino al 21/06/2022 si ha modo di intervenire sui cavalli presenti in BDN e già detenuti al 21 dicembre 2021, mentre le info successive a questa data non rientrano nel periodo di consolidamento.

Le informazioni inserite in questa fase di consolidamento devono essere supportate da congrua documentazione o da una autocertificazione di cui l’operatore garantisce la disponibilità. L’operatore è responsabile della veridicità e correttezza dei dati trasmessi in BDN, ed è soggetto a ripercussioni legali in caso di dichiarazioni mendaci

Vi invitiamo a verificare i vostri dati in BDN, tramite accesso personale o delega.

I cambiamenti del codice ASL per trasferimenti (movimentazioni) dovranno essere curati direttamente dal proprietario o dall’operatore autorizzato. Per qualsiasi incongruenza relativa a proprietà, nascite, dati del cavallo, vi invitiamo a contattarci.

Puledri nati nel 2022

Comunicare all'A.N.A.M. la nascita del puledro entro 15 giorni, mediante apposito modello (modello ANAM n. 2), compilato in ogni sua parte e completo di copia del CIF. Legittimato alla presentazione della denuncia di nascita è esclusivamente il proprietario della fattrice al momento della nascita del puledro.

Al momento della dichiarazione di nascita, l’allevatore deve eseguire il pagamento di:

 

per figli di stallone Classe A

SOCI ANAM 70,00

NON SOCI 85,40

per figli di stallone Classe B

SOCI ANAM 90,00

NON SOCI 109,80

per figli di stallone Classe C

SOCI ANAM 120,00

NON SOCI 146,40

Il nome da dare al puledro deve iniziare con la lettera O, che sarà preceduto dalla lettera M seguita da punto (apposta d'ufficio a tutti i cavalli di razza maremmana nati dal 1996).

Il nome non potrà superare i 18 caratteri compresa la lettera M, il punto e gli spazi, escluso l'eventuale affisso concesso dal MI.P.A.A.F., Area cavallo da sella o dall’A.N.A.M., di cui sia titolare l'allevatore. L'A.N.A.M. provvederà ad incaricare un esperto di razza per l'identificazione del puledro sotto la madre, l’immissione del microchip ed il prelievo del crine.

Avvisiamo che in caso di denuncia di nascita oltre i 60 giorni, ma entro i 12 mesi di vita, è prevista la possibilità di sospensione dello status DPA (in questi casi è quindi necessaria l’emissione direttamente del duplicato).

Guida alla compilazione del Modulo 2

- Nella parte “proprietario” vanno indicati tutti i dati identificativi richiesti

- Deve essere indicato il codice ASL presso il quale si trova la fattrice al momento del parto (se il dato non coincide con le movimentazioni della fattrice è impossibile inserire la nascita in BDN)

- Deve essere indicata l'azienda dove identificare il puledro, se diversa dall'indirizzo del proprietario.

- Devono essere indicati il nome dello stallone e della fattrice, il sesso, la data e il comune di nascita del puledro.

- L’allevatore deve indicare tre nomi, al fine di consentire all’ufficio la possibilità di scelta in presenza di nomi già registrati (sono esclusi gli allevatori in possesso dell'affisso). Nel caso in cui nessuno dei nomi indicati sia idoneo, si provvederà d’ufficio all’attribuzione del nome al cavallo.

- Specificare la destinazione d’uso del soggetto, (alla macellazione per consumo umano - equide DPA, oppure a vita - equide NON DPA), che verrà confermata o cambiata nella scheda identificativa e poi riportata sul passaporto. Nel caso di mancata compilazione del campo, il cavallo viene considerato “D.P.A.” Si ricorda agli allevatori che la destinazione NON DPA è IRREVERSIBILE, anche per i futuri proprietari dell’animale.

- Allegare: fotocopia del certificato d'intervento fecondativo CIF e copia del versamento.

Tipizzazione del DNA e ricerca compatibilità

L'Ufficio Centrale provvede alla tipizzazione del DNA del puledro ed al controllo della compatibilità con il DNA di entrambi i genitori dichiarati; sarà cura dell’allevatore verificare che la fattrice sia tipizzata e, in caso negativo, dovrà renderla disponibile al prelievo del crine contestualmente alla rassegna del puledro (per sicurezza, in caso la madre non sia testata, consigliamo di prelevarle un campione di crine e tenerlo sino alla rassegna del veterinario incaricato da ANAM).

Saranno radiati dal L.G. i soggetti per i quali sia stata accertata l’incompatibilità con uno o entrambi i genitori o per i quali non sia stato possibile verificare la compatibilità con uno dei genitori. La ripetizione dell'esame del DNA in caso di incompatibilità verrà addebitata al proprietario al costo di €. 97,60 (€.80,00 per i soci ANAM).

Identificazione e rilascio documento

Come da disposizioni ministeriali, tutti gli equidi dovranno avere il documento unico di identificazione a vita (passaporto) entro i 12 mesi di vita, pertanto dovranno essere identificati prima dei dodici mesi di età.

L’A.N.A.M. provvede a stampare il documento unico di identificazione a vita (passaporto) con copertina di colore blu per i soggetti nati da stalloni di classe A o B, di colore grigio per quelli nati da stalloni di classe C.

N.B. i soggetti identificati oltre i 12 mesi di età saranno obbligatoriamente destinati a vita (NON DPA) e il passaporto emesso sarà considerato un duplicato.

Il documento sarà stampato dall’A.N.A.M. successivamente alla visita aziendale dell’esperto di razza che provvederà a quanto di seguito indicato:

- identificazione del soggetto sotto la madre, contestualmente l'esperto dovrà effettuare il controllo della madre sulla base del passaporto che deve essere esibito dall’allevatore;

- impianto del microchip sul puledro;

- prelievo di materiale biologico (crine con bulbo) al puledro ed alla madre (in caso questa non abbia il DNA già depositato).

N.B. il documento sarà inviato al proprietario solo dopo il positivo riscontro dell’accertamento genetico del puledro.

La visita di identificazione viene effettuata da parte dell'esperto di razza incaricato dall'A.N.A.M. previo accordo con il proprietario per la data e l’orario della visita stessa.

Nel caso che il proprietario impedisca la visita identificativa, il puledro non potrà essere iscritto nel Libro Genealogico.

Nel caso in cui l’esperto di razza, una volta accordatosi col proprietario, non sia poi messo in condizione di effettuare la visita per responsabilità del proprietario stesso o del detentore, il proprietario del puledro dovrà versare una seconda volta l’importo del documento per fissare un nuovo appuntamento.

Poiché l’applicazione del microchip e il prelievo del campione biologico per l’esame del DNA sono obbligatori, l’allevatore, o il detentore, deve far trovare la fattrice e il puledro in luogo idoneo per la visita e prevedere la presenza del personale necessario alle operazioni di contenimento della fattrice e del puledro.

Trattandosi di un intervento che può comportare un rischio, seppur minimo, di infezione o infiammazione, si raccomanda, onde rispettare le più elementari norme di disinfezione e asepsi, di provvedere ad adeguata pulizia dei soggetti e dei luoghi in cui gli stessi sono alloggiati,

Tenuto conto che l'esperto di razza A.N.A.M. opera nel rispetto delle norme sopra descritte, eventuali problemi derivanti da detto intervento rimangono a totale carico dell’allevatore, che deve tempestivamente intervenire con il proprio veterinario aziendale.

L'A.N.A.M. declina ogni responsabilità per eventuali danni, incidenti o infortuni derivanti ai soggetti e/o a terzi dalle operazioni connesse e conseguenti agli interventi di cui sopra.

N.B. coloro che abbiano soggetti maremmani regolarmente iscritti, ma ancora senza documento unico di identificazione a vita (passaporto), devono farne immediata richiesta all’A.N.A.M.; coloro che abbiano soggetti dotati di solo certificato di origine devono restituirlo all’A.N.A.M. che provvederà a sostituirlo con il passaporto.

Tutti i soggetti iscritti al Registro Principale* del Libro Genealogico del cavallo maremmano possono essere iscritti nel REGISTRO SPORTIVO del MI.P.A.A.F. - Area cavallo da sella. Tale iscrizione, obbligatoria per la partecipazione a competizioni sportive organizzate dal MI.P.A.A.F. potrà essere effettuata sia presso il MI.P.A.A.F. che tramite l’ANAM.

N.B. per l'iscrizione al registro Sportivo MIPAAF è necessario che il soggetto abbia il DNA tipizzato.

* I soggetti iscritti al Registro Supplementare del Libro Genealogico possono essere iscritti al Registro Sportivo solamente se in possesso della terza genealogia accertata. Dai 4 anni in poi possono essere iscritti anche quei soggetti senza la terza genealogia accertata. Anche per questi soggetti vale l'obbligo del test del DNA.

Passaggi di proprietà

Il venditore è tenuto a comunicare entro 5 giorni il passaggio di proprietà inviando all’A.N.A.M.:

- il modulo della comunicazione di vendita (modello A.N.A.M. n. 4), compilato in ogni sua parte e con la copia dei documenti di identità sia del venditore che dell’acquirente;

- ricevuta del pagamento di €. 30,50 (€. 25,00 per i soci A.N.A.M.) da pagare secondo le modalità indicate sul Modello 4;

N.B. pratiche non complete saranno tenute in sospeso fino alla completa regolarizzazione, la segreteria invierà un unico avviso esclusivamente via posta elettronica al venditore/acquirente.

L’ANAM, provvederà alla registrazione del passaggio di proprietà ed all’invio, al nuovo proprietario, di una etichetta adesiva che dovrà essere attaccata nell’apposito spazio a pag. 10 del passaporto oppure alla pag.15  del documento unico di identificazione a vita. Inoltre, se nel passaporto A.N.A.M. è stato apposto il timbro MI.P.A.A.F Area sella, gli acquirenti che intendono usufruire dei benefici riservati ai cavalli italiani, devono effettuare successivamente il passaggio di proprietà al MI.P.A.A.F Area sella – Via XX Settembre, 20, 00187 Roma.

Nei casi in cui venga modificata la natura giuridica e/o la denominazione del proprietario, si può pagare una quota forfettaria di €. 183,00 (€. 150,00 per i soci ANAM ), ove ciò convenga al proprietario.

Attribuzione proprietà cavallo su dichiarazione sostitutiva

Nel ribadire che l’ordinaria modalità di trasferimento dei cavalli è la comunicazione all'A.N.A.M. del passaggio di proprietà mediante la presentazione dell’apposito modello, compilato e sottoscritto dal venditore e dall’acquirente, è ammessa, in via eccezionale, la possibilità di attribuire la proprietà di un equino, pur in assenza di regolare passaggio di proprietà, ove ricorrano le seguenti condizioni:

·         che il richiedente sia in possesso di un cavallo iscritto all'A.N.A.M.

·         che il possesso sia stato regolarmente acquisito e non sia soggetto a contestazioni

·         che il richiedente non sia riuscito a rintracciare il precedente proprietario risultante all'A.N.A.M. per effettuare il regolare passaggio di proprietà

·         che il richiedente sia in possesso di un certificato veterinario che comprovi la lettura del microchip

·         che il richiedente abbia la disponibilità del cavallo e che indichi gli estremi della Azienda ove lo stesso è ubicato.

Quanto sopra deve essere attestato con dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, utilizzando il modello “Dichiarazione di attribuzione proprietà” (modello 9 ANAM), resa ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. n. 445 con propria responsabilità penale nel caso di dichiarazione mendace. Il costo è di €. 30,50 (€. 25,00 per i soci A.N.A.M.) da pagare secondo le modalità indicate sul Modello 9.

Decesso, furto o smarrimento equide

L'allevatore è tenuto a comunicare entro 5 giorni la morte, il furto o lo smarrimento di ogni soggetto, utilizzando il relativo modello (modello 5 ANAM), compilandolo in ogni sua parte con i dati del proprietario, del soggetto, l’indicazione dell’evento, inviando gli allegati richiesti e restituendo all’A.N.A.M. i documenti a suo tempo rilasciati.

N.B. In caso di furto o smarrimento del cavallo, la denuncia alle autorità competenti va fatta entro 48 ore dall’accaduto.

Furto/smarrimento del documento unico di identificazione a vita e rilascio duplicato

In caso di smarrimento o furto del documento unico di identificazione a vita il proprietario deve far pervenire, entro 5 giorni dall’evento, l’apposito modello “Smarrimento o furto passaporto equide” (modello A.N.A.M. n.11) debitamente compilato, sottoscritto e allegata fotocopia di un documento d’identità in corso di validità del richiedente.

Ø   Alla richiesta deve essere allegata la copia della denuncia di smarrimento/furto del documento presentata alle autorità competenti entro 48 ore dall’accaduto, riportante gli estremi identificativi dell’equino (nome, anno di nascita e microchip)  e un certificato del proprio veterinario, firmato-timbrato e datato, riportante la lettura del microchip del cavallo per il quale si richiede il duplicato

Il duplicato verrà stampato con la destinazione finale NON DPA, a meno che il richiedente non ottemperi alle prescrizioni per la stampa in deroga con destinazione DPA, reperibili sul modello A.N.A.M.  n.11

Nel caso di ritrovamento del passaporto il proprietario è tenuto a darne comunicazione all'A.N.A.M. entro sette giorni dall’evento, restituendo il passaporto ritrovato.

Oltre al duplicato, esiste la possibilità di stampa di un documento SOSTITUTIVO in questi casi:

·         L’identità dell’equide non può essere accertata

·         Non vi sono prove che sia stato emesso un passaporto in precedenza

·         Il mezzo di identificazione (microchip) o il passaporto siano stati rimossi, modificati o sostituiti senza autorizzazione

Il costo del duplicato del documento unico di identificazione a vita (passaporto), sul quale verrà stampata la scritta DUPLICATO, è fissato in €. 85,40 (€.70,00 per i soci ANAM).

Variazione destinazione d'uso

Ove il proprietario volesse modificare la destinazione da “D.P.A.” a “non D.P.A.” dovrà trasmettere all'A.N.A.M. il modello “Richiesta variazione di destinazione finale” (modello ANAM n.13) compilato e sottoscritto, con allegata la documentazione ivi indicata. L’A.N.A.M. provvederà ad inviare al proprietario una strisciolina adesiva con la nuova destinazione, per aggiornare il documento, e gestirà il cambio di destinazione in BDN. Il costo della variazione di destinazione d’uso è fissato in €. 24,40 (€.20,00 per i soci ANAM).

Programma genetico, nuove norme e nuovo Disciplinare

In seguito al D.lgs n. 52/2018 – Disciplina della riproduzione animale, la CTC dell’ANAM ha provveduto alle modifiche al Disciplinare del L.G. ed alla stesura del Programma genetico, visibili nel sito dell’Associazione. Sinteticamente, potranno essere iscritti al L.G. tutti i soggetti che abbiano i requisiti genealogici (figli di padre e madre con passaporto ANAM) pertanto sarà possibile per qualunque soggetto maschio iscritto al nostro L.G. diventare riproduttore. Poiché i riproduttori maschi sono divisi in CLASSE A, A2, B e C a seconda del percorso di selezione genetica affrontato, e i figli di stalloni di CLASSE C non potranno in nessun caso accedere alle classi A A2,e B, raccomandiamo ai proprietari di maschi interi che intendano utilizzarli come riproduttori, di contattare l’ufficio per richiedere una visita morfologica e controlli sanitari, al fine di non precludere le classi più alte ai futuri figli e nipoti. E’ comunque fatto obbligo per tutti i riproduttori, anche quelli in classe C, avere il DNA tipizzato.

Puledri maschi interi nati nel 2020 – pre-testaggio

I proprietari dei maschi interi di due anni riceveranno l’invito a partecipare ai raduni del 2022 durante i quali saranno organizzate le prove di pretestaggio per la successiva partecipazione, all’età di tre anni (anno 2023), alle Prove di Valutazione Genetica in Stazione per l'appartenenza alle classi di merito A, A2 e B.

Coloro che intenderanno partecipare, dovranno iscrivere i loro puledri, presentarli al raduno e sottoporli ad un'apposita commissione che effettuerà una valutazione morfo-funzionale. Alla fine di questa prova, si avranno  tre possibilità di giudizio per il successivo controllo sanitario:

·         ammesso (ha superato con esito favorevole la valutazione morfologica, può fare gli accertamenti sanitari)

·         ammesso con riserva (può fare gli accertamenti sanitari, ma dovrà essere rivisto dopo i 36 mesi, per superare con esito favorevole la valutazione morfologica)

·         non ammesso (non supera positivamente la valutazione morfologica, pertanto non farà le prove sanitarie né potrà rientrare nella classe A, A2 o B).

Nell’occasione, saranno quindi eseguite anche le radiografie ai nodelli, ai garretti ed alle grasselle, per escludere la presenza di OCD, e le endoscopie, per escludere la presenza di emiplegia laringea. In caso di positività ad almeno una delle due patologie, il puledro non potrà proseguire l’iter per l’approvazione come stallone nelle classi di merito A o B.

Puledri maschi interi nati nel 2019 - testaggio

I proprietari dei puledri che abbiano superato le prove di pretestaggio nel 2021, riceveranno l’invito a partecipare alle "Prove di valutazione genetica in stazione” per l'approvazione come stalloni di Classe A o A2.

I proprietari dei puledri nati nel 2019 che non abbiano fatto il pretestaggio ma che intendano iscriverli al Performance Test, potranno presentare i loro soggetti per la prova morfologica e le prove sanitarie in occasione dei raduni organizzati per i nati 2020, oppure seguire l’iter proposto ai proprietari di maschi interi che intendono iscrivere i propri soggetti nella CLASSE B, di cui al punto successivo.

Maschi interi – iscrizione nella CLASSE B

I proprietari che intendano iscrivere i loro soggetti interi nella Classe B, dovranno farne richiesta all’ANAM e sottoporli ad una visita morfo – funzionale in occasione di mostre o raduni. Si potrà, in alternativa, richiedere la visita in azienda al costo di euro 400,00 (+ IVA al 22% per i non soci ANAM). I soggetti che superano positivamente la visita morfologica, dovranno essere sottoposti a controllo medico e risultare sani, ovvero negativi all’OCD ed alla emiplegia laringea. La visita sanitaria potrà essere effettuata in un raduno organizzato da ANAM, nel quale sia possibile effettuare gli accertamenti sanitari ad un prezzo agevolato di €. 170,00 (+ IVA al 22% per i non soci ANAM). In alternativa, il proprietario potrà richiedere una visita in azienda tramite veterinario incaricato dall’ANAM (ad un prezzo preventivamente comunicato) o tramite proprio veterinario. In quest’ultimo caso, sarà l’ANAM a dare indicazioni sull’iter sanitario da seguire ed a convalidare il referto, dopo la ricezione della documentazione necessaria.

Repertorio stalloni

 In virtù delle nuove disposizioni legislative (vedi punto precedente) gli allevatori che intendono utilizzare i maschi iscritti al L.G. come stalloni, dovranno darne comunicazione all’ANAM, al fine dell’iscrizione annuale al repertorio stalloni, compilando il relativo modulo (Modello ANAM n.14).

Si fa presente che, indipendentemente dalla classe di merito di appartenenza, gli stalloni iscritti nel repertorio dovranno essere sottoposti agli accertamenti sanitari previsti dalla legge ed operare presso stazioni di monta autorizzate, avere la disponibilità del “bollettone di monta” per il rilascio dei CIF (certificati di intervento fecondativo) senza il quale non sarà possibile iscrivere i figli al L.G..

Si ricorda che solo gli stalloni rientranti nella CLASSE A sono abilitati alla fecondazione artificiale e sono riconosciuti dal MIPAAF – Area Sella, per l’iscrizione dei figli nel caso di copertura con fattrici sella.  Gli stalloni rientranti nella CLASSE A2 sono abilitati alla fecondazione artificiale solo per la razza maremmana.

Iscrizione fattrici al Libro Genealogico

I proprietari che intendono iscrivere nell'albo delle fattrici le femmine di 3 anni ed oltre, devono richiedere la valutazione morfologica. Le visite saranno effettuate preferibilmente in appositi raduni. Per eventuali richieste di visite a domicilio compilare il modulo reperibile sul sito (Modello ANAM n.12).

Registri supplementari: fattrici e puledri

Si ricorda che dal 2008 l’A.N.A.M. ha istituito i registri supplementari delle fattrici e dei puledri, coloro che fossero interessati ad iscrivere propri soggetti dovranno farne esplicita richiesta all’A.N.A.M., allegando il CIF.

a)     Registro Supplementare Fattrici, nel quale sono ammesse le femmine in possesso dei requisiti morfologici di razza stabiliti dalle apposite Norme tecniche, nate da accoppiamenti certificati dal C.I.F., dal quale risulti il padre iscritto al Registro Principale Stalloni, mentre la madre può avere genealogia assente o incompleta.

b)    Registro Supplementare Puledri, nel quale sono iscritti i puledri maschi e femmine nati da padre iscritto al Registro Stalloni e madre iscritta al Registro Supplementare fattrici o con genealogia assente o incompleta, purché il puledro sia in possesso dei requisiti fissati dalle apposite Norme tecniche. Si precisa che non saranno ammessi al registro supplementare quei soggetti la cui madre non rientri  tra le razze riconosciute dal Sella Italiano, o nel caso non sia possibile accertare la razza della madre, questa non abbia le caratteristiche morfologiche di cavallo da sella.

I maschi iscritti al registro supplementare non potranno essere abilitati alla riproduzione.

Sui documenti relativi ai soggetti iscritti ai Registri Supplementari, sarà riportata la dicitura “REGISTRO SUPPLEMENTARE”.

N.B. ogni informazione, riguardo i Registri Principali o Supplementari, è riportata nel Disciplinare A.N.A.M., scaricabile dal sito, all'articolo 9.

Rilascio affisso

Gli allevatori interessati ad aggiungere l’affisso al nome dei puledri iscritti al L.G. del maremmano, nati nel proprio allevamento, devono farne esplicita richiesta all’A.N.A.M. utilizzando il relativo modulo (modello ANAM n. 8). L’affisso può essere rilasciato solo all’allevatore che al momento della domanda risulti proprietario di almeno 3 fattrici iscritte al L.G. e al quale siano nati almeno 6 puledri negli ultimi dieci anni. Il costo è di 150,00 se socio ANAM ( 300,00 se non socio).

Gli affissi rilasciati a tutt’oggi dall’ex ENCI/UNIRE/ASSI Area cavallo da sella o dal MI.P.A.A.F.T. sono riconosciuti dall’A.N.A.M..

Mantello: sauro/morello – Creazione banca del genoma

Oggi è possibile stabilire se il puledro che nascerà da soggetti tipizzati (appartenenti alla genoteca) avrà mantello sauro o morello oppure conoscerne le probabilità.

Il Centro di Studio del Cavallo Sportivo dell’Università Perugia si occupa della costruzione di una mappa genetica per individuare marcatori associati a geni che controllano caratteri di interesse (come il mantello). Al riguardo sono già disponibili dati su un congruo numero di soggetti iscritti al L.G., il cui elenco è disponibile sul sito A.N.A.M.. Gli allevatori interessati ad inserire nella genoteca i soggetti della propria azienda e ad avere queste informazioni potranno inviare un campione di sangue seguendo le seguenti istruzioni:

- Prelevare 10 ml di sangue con vacutainer con tappo viola (EDTA K3) riportante l'indicazione del nome cavallo/a, del padre e data del prelievo.

- Mettere in frigo portatile (o scatola di polistirolo) con siberini facendo attenzione ad evitare il contatto diretto tra ghiaccio e provette (si consiglia di avvolgere il siberino nell'ovatta).

- Spedire o consegnare a mano immediatamente (il sangue deve essere analizzato al massimo entro 2/3 giorni dal prelievo) al C.R.C.S. - Facoltà di Medicina Veterinaria - Via San Costanzo 4 - 06126 Perugia.

N.B. la determinazione della trasmissibilità del mantello è gratuita per quei soggetti che partecipano ai Performance Test o ai vari raduni organizzati dall’A.N.A.M.. In tutti gli altri casi, il proprietario dovrà pagare €.122,00 (€.100,00 per i soci A.N.A.M.).

Promozione cavalli ANAM in vendita

L’A.N.A.M. ospita sul suo sito web un servizio di commercializzazione cavalli. Per l’immissione dei soggetti nell’elenco dei cavalli in vendita dovrà essere inviata all’A.N.A.M. la relativa scheda di iscrizione (modello 6 ANAM). Le schede dei soggetti, eventualmente corredate dalle foto e complete di note caratteristiche, saranno pubblicate sul sito per un anno, senza alcun impegno diretto dell’A.N.A.M.

Richiesta di patrocinio ad  A.N.A.M.

Per ottenere il patrocinio dell’ANAM ad iniziative, manifestazioni ed eventi che trattino di cavalli maremmani, dovrà essere inviata all’A.N.A.M. la relativa scheda di richiesta al Consiglio direttivo (modello 19 ANAM), con la quale sarà possibile chiedere anche l’eventuale presenza di esperti di razza.

Iscrizione allevamento al Libro Genealogico

Gli allevatori che non avessero ancora provveduto alla compilazione del modulo di richiesta di ammissione al L.G. del Cavallo di razza Maremmana (modello A.N.A.M. n. 1), devono farlo con sollecitudine.

Richiesta di adesione a socio A.N.A.M.

In seguito alle modifiche del nuovo Statuto, approvate dal MiPAAF il 29/03/2019 ed omologate da parte della Prefettura di Grosseto il 16/05/2019, l’A.N.A.M. è un’Associazione di primo grado (SOCI ALLEVATORI). Modalità e costi per associarsi sono reperibili nel modulo di richiesta scaricabile dal nostro sito. Sul sito è disponibile anche il nuovo Statuto, da leggere e accettare prima di inoltrare richiesta per diventare socio A.N.A.M.

Costi: Di seguito si riepilogano i costi a carico degli allevatori secondo le varie situazioni:

 

socio ANAM

non socio

Comunicazione di nascita/rilascio documento per figli di stallone Classe A

70,00

  85,40

Comunicazione di nascita/rilascio documento per figli di stallone Classe B

90,00

           109,80

Comunicazione di nascita/rilascio documento per figli di stallone Classe C

 120,00

146,40

Duplicato documento unico di identificazione a vita (passaporto)

70,00

  85,40

Passaggio di proprietà

25,00

  30,50

Attribuzione proprietà su dichiarazione

25,00

  30,50

Cambio destinazione d’uso

20,00

  24,40

Nuova analisi DNA per incompatibilità

80,00

   97,60

Cambio denominazione Azienda con variazione proprietà cavalli

      150,00

183,00

Rilascio affisso

150,00

300,00

Determinazione trasmissibilità mantello (solo prelievi aziendali)

100,00

122,00

Visita morfologica in azienda per approvazione stallone classe B

 400,00*

 488,00*

*se nella stessa azienda vengono presentati più soggetti, il contributo aumenta di €. 100,00 per ogni cavallo in più.

N.B. per il rilascio del documento unico di identificazione a vita (passaporto) previa restituzione del certificato di origine, sconto di €. 20,00; se vengono richiesti più di 5 documenti per soggetti di proprietà della stessa azienda, dal 6° in poi €. 10,00 di sconto su ciascuno

Pagamenti

Qualsiasi pagamento a favore dell’A.N.A.M. può essere effettuato tramite:

-    versamento in c/c postale n. 12141537 intestato all’A.N.A.M.

-    bonifico su c/c bancario 2086801 presso il MPS Grosseto (iban  IT 64P 01030 14307 000002086801)

Modulistica

Ogni modulo è scaricabile dal nostro sito web 

 

 

 

 

 

 

 

 

PEC: anam@pec.anamcavallomaremmano.com