Percorso: News
Italiano
sabato, 24. agosto 2019
08.08.2019 07:17 Età: 17 Giorni

Assemblea dei Soci ANAM, comunicazione del Presidente

Categoria: Eventi

 

Con la presente, desideriamo riportare chiarezza sull’attuale situazione dell’ANAM e rispondere ad alcune richieste di chiarimenti formulate da parte di alcuni soci, in seguito della ricezione di uno pseudo - avviso di convocazione di assemblea a firma del Sig. Guido Gasparro, datato 3 agosto 2019. Pertanto, anche con riferimento alle news pubblicate sul sito dell’Associazione (V.archivio news di giugno e luglio 2019) e alla nostra ultima lettera prot. 583 del 5 luglio 2019 (sotto riportata), comunichiamo quanto segue:

in data 20 dicembre 2018, l’Assemblea straordinaria dell’Associazione Nazionale Allevatori del Cavallo Maremmano (ANAM), al fine di adeguare il proprio assetto organizzativo alla nuova normativa comunitaria e nazionale (Reg. UE n. 1012 dell’8 giugno 2016 e D.lgs. 11 maggio 2018 n.52), ha approvato una modifica statutaria, il cui testo è stato regolarmente approvato dal Ministero delle Politiche Agricole in data 29 marzo 2019, che consente a tale Ente di associare direttamente gli allevatori (senza, quindi, l’intermediazione delle ARA).

A seguito dell’iscrizione del nuovo Statuto nel Registro delle persone giuridiche tenuto dalla Prefettura di Grosseto, avvenuta in data 16 maggio 2019, si è, quindi, provveduto alla costituzione del Libro Soci, nel quale sono confluiti tutti gli allevatori risultanti soci delle ARA e iscritti al Libro Genealogico. Ai sensi dell’art. 31 dello Statuto, infatti, “Gli allevatori, singoli o associati, precedentemente iscritti al libro genealogico della razza maremmana attraverso le Associazioni di allevatori ed Enti di primo grado [..] salvo espressa volontà di recesso, da comunicarsi entro 90 (novanta) giorni dall’approvazione del presente Statuto, risultano di fatto soci dell’Associazione”.

In applicazione di quanto sopra riportato, è stata, quindi, convocata la prima Assemblea dei Soci allevatori, con nota ANAM prot. n. 532 del 20 giugno 2019 (all.3), prevista in prima convocazione per il 28 giugno e in seconda convocazione per il giorno 3 settembre.

Si precisa, peraltro, che il Consiglio Direttivo ANAM, riunito in data 19 giugno 2019, pur essendo stato legittimamente eletto e godendo di pieni poteri, ha comunque deliberato di indire per il 12 ottobre 2019 una ulteriore Assemblea dei Soci per il rinnovo delle cariche sociali. Di tale decisione è stata data notizia sul sito istituzionale.

Non vi è pertanto, da parte del Consiglio Direttivo da me presieduto, alcuna volontà di sottrarre all’Assemblea degli allevatori il potere di nominare propri rappresentanti, ma solo quello di portare a termine la trasformazione dell’ANAM in ente di primo grado, in un clima di serenità e certezza.

In tale contesto, il giorno 28 giugno u.s., ho potuto constatare il mancato raggiungimento del numero minimo di soci necessario per la validità dell’Assemblea in prima convocazione, prendendo atto che la stessa – come avviene quasi sempre – si sarebbe svolta in direttamente in seconda convocazione, il giorno 3 settembre.

Un gruppo di soci, tuttavia, ha illegittimamente proseguito la riunione, anche se non risulta che siano stati trattati gli argomenti posti all’ordine del giorno, bensì ulteriori argomenti, tra i quali la sfiducia nei confronti dell’attuale Consiglio Direttivo e della nomina a Presidente dell’Associazione del Sig. Guido Gasparro.

Tale sedicente nuovo Presidente dell’ANAM ha, quindi, successivamente, cercato di convocare una Assemblea o una riunione per il 3 agosto, sempre finalizzata al rinnovo degli Organi Sociali di ANAM, e successivamente, avvalendosi, di una carta intestata simile a quella dell’ANAM e firmandosi “Presidente”, ha inviato ai Soci una sorta di convocazione assembleare, fissando la riunione, peraltro, proprio nello stesso luogo ora e data della seconda convocazione dell’Assemblea ufficiale di ANAM (di cui alla citata nota prot. 532).

L’Assemblea convocata dal Sig. Gasparro, per le ragioni sopra esposte, è da ritenersi illegittima e tuteleremo nelle sedi opportune gli interessi dell’ANAM.

Nel frattempo, confidiamo che la presente nota informativa abbia risposto esaurientemente alle Vostre domande e ribadiamo che non vi è, da parte nostra, l’intendimento di privare i soci allevatori del diritto di nominare un Organo Amministrativo che li rappresenti, tanto che – come sopra rilevato – abbiamo già fissato la data dell’Assemblea di rinnovo delle cariche.

Vi aspettiamo all’Assemblea ANAM,

cordiali saluti, 

il Presidente, Ilaria Aldi.


 

PEC: anam@pec.anamcavallomaremmano.com