Percorso: News
Italiano
venerdì, 30. settembre 2022
28.07.2022 10:30 Età: 64 Giorni

M.Bandolero di Formole, un maremmano agli Europei di volteggio

Categoria: Eventi

 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo.

“Sono Elettra Lambardi, vi scrivo per raccontarvi un grande risultato ottenuto con il nostro maremmano da volteggio.

Più volte negli anni ci siamo scritti, e voi siete stati i nostri più grandi sostenitori, avete regalato pagine ed articoli a M.Quarzo del Belagaio. Oggi vi scrivo per raccontarvi di M.Bandolero di Formole, erede del grande Quarzo (primo maremmano a volteggiare ad alti livelli) che andato in pensione lascia le redini in mano al giovane Bandolero.

M.Bandolero di Formole, arriva presso le strutture di Asd Icaro Blu a dicembre  2020, un “regalo” che babbo natale porta ai giovani e promettenti atleti del centro equestre. Dopo un anno di preparazione alla disciplina, dove le qualità del cavallo fin da subito spiccano nei più importanti campi italiani, Bandolero si affaccia ai campi internazionali nel 2022, distinguendosi subito per capacità e portamento. Le sue prestazioni, con gli individuali e pas de deux, lo portano ad essere notato dai vertici del volteggio italiano e a essere selezionato per i campionati Europei 2022 che si terranno dal 27 al 31 luglio a Kaposvár in Ungheria. Per il Centro Icaro Blu grande traguardo, oltre a Bandolero è selezionata un’altra cavalla, Bambola, e un totale di 3 ragazzi che gareggeranno a titolo individuale e di coppia, ma per il mondo maremmano si segna un grandissimo traguardo. M.Bandolero di Formole è il primo cavallo maremmano a rappresentare l’Italia nel mondo del volteggio. Un traguardo che sicuramente segna la storia: insieme ad Ettore Arena e Giorgia Fanucci (gli atleti)e a Giulia Bardelli (longer e allenatrice di Bandolero), abbiamo rotto una barriera di pregiudizi che vede il cavallo maremmano impiegato solo in alcune discipline. Dopo anni di impegno con M.Quarzo del Belagaio ricominciamo da M.Bandolero di Formole e direi che ricominciamo alla grande.

Da tecnico, che vive gli atleti ogni giorno, non solo quelli che parteciperanno ai prossimi campionati europei, posso dire che il lavoro è stato tanto, che non solo Giulia Bardelli ha impegnato tutta se stessa nella preparazione di questo esemplare, ma gli atleti stessi hanno dedicato tutte le forze ed esperienza per la riuscita di questo grande obbiettivo. Tutto ciò mi rende molto fiera, perché il gioco di squadra di tutto Icaro blu, per l’ennesima volta, ha fatto la differenza.”


 

PEC: anam@pec.anamcavallomaremmano.com